<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=270060846955571&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Neodata ha partecipato a “The Fourth International Conference on Machine Learning, Optimization, and Data Science”

Settembre 2018

Giovanni Giuffrida, CEO di Neodata Group, è uno degli organizzatori e program Chair della conferenza che è diventata il riferimento annuale nel mondo accademico per la ricerca in ambito intelligenza artificiale e Big Data. Tra gli altri organizzatori, professionisti di spicco del settore, nominiamo Il Prof. Giuseppe Nicosia dell’Università di Catania, luminare in tema di bioingegneria e design automation e il Prof. Panos Pardalos dell’Università della Florida, esperto riconosciuto a livello mondiale in materia di algoritmi di ottimizzazione.

 

Il confronto è stato anche quest’anno molto stimolante e i contributi degli speakers internazionali si sono rivelati interessanti e ricchi di spunti di riflessione.

Tra questi si segnalano gli interventi dei relatori Jörg Bornschein di DeepMind, London, UK e Peter Flach, University of Bristol, UK e direttore della rivista “Machine Learning Journal”.

Quello che è emerso è che il mondo dell’intelligenza artificiale è molto pervasivo e trasversale.

Sono già parecchi anni che si parla di Big Data e molti player tecnologici si stanno evolvendo in tal senso: il problema attuale non è più la raccolta di grandi moli di dati, ma l’interpretazione degli stessi.

Per spingersi in tal senso si deve necessariamente far riferimento a sistemi intelligenti, il che significa l’integrazione delle piattaforme con intelligenza “artificiale” e lo sviluppo di algoritmi sempre più accurati di machine learning, cioè l’apprendimento automatico da parte di software tramite processi di iterazione.

 

Neodata Group sin dalla sua fondazione nel 2004 ha sempre rivolto una duplice attenzione per sviluppare competenze e prodotti: da una parte il mondo della “ricerca”, con collaborazioni e aggiornamenti continui e dall’altra il mondo delle “aziende” utilizzatrici di tecnologia che chiedono servizi innovati ed evoluti e spesso hanno bisogno di un partner in grado anche di fornire consulenza tecnica nella risoluzione di specifiche richieste.

 

In tal senso possiamo anticipare che durante la prossima conferenza, che si terrà nel mese di settembre 2019 in Toscana, si parlerà in maniera più estesa di possibili applicazioni dei Big Data in diversi ambiti e questo permetterà un maggiore coinvolgimento da parte di grosse società direttamente interessate alle molteplici possibilità per trasformare i propri dati in profitto e/o riduzione dei costi.